Garden

Titolo: Garden. Il giardino alla fine del mondo
Autore: Emma Romero
Editore: Mondadori
Collana: Chrysalide
Serie:
Anno: 2013
Pagine: 271
Prezzo: 14,90


Trama:
Maite è tra le operaie più efficienti nella fabbrica in cui lavora. In fondo non ha scelta: se commettesse un’infrazione sarebbe punita con la morte.
Maite coltiva in segreto la sua passione, il canto, e sogna di raggiungere il leggendario giardino alla fine del mondo, dove si narra vivano i ribelli in completa libertà e dove pare siano sopravvissute le lucciole. Perché il suo paese è diventato una prigione fredda e spoglia. Dopo una lunga guerra, l’Italia è stata divisa in Signorie e, per impedire il ritorno al caos, le arti e le scienze sono riservate a una casta di eletti, mentre gli esclusi sono condannati a una vita di obblighi e privazioni.
L’unica fonte di svago è la Cerimonia, la grande festa celebrata per l’anniversario della Rinascita. Maite ha sempre voluto esibirsi su quel palco, ma il giorno in cui potrà finalmente ottenere il suo riscatto scoprirà che, in un paese che ha ucciso ogni speranza, anche dai sogni si può desiderare di fuggire…



Recensione:
Non ha nulla da invidiare a un distopico americano, questo primo romanzo di Emma Romero.
Garden è stato un libro che mi ha attratto fin da subito, il sogno di un giardino segreto e magico da raggiungere, ma soprattutto la passione per il canto della protagonista è stato il fattore chiave che mi ha spinto a voler leggere questo romanzo.
La protagonista è Maite, una ragazza tranquilla, sempre puntuale nel suo lavoro in fabbrica e abituata a rispettare le regole dei Giusti. Una cosa però, deve tenere strettamente nascosta: la sua fortissima voglia di cantare. È proibito per lei, perchè solo gli Artisti eletti alla Cerimonia hanno la possibilità di prendere parte a qualsiasi cosa che sia arte. Lei è destinata solamente al lavoro in fabbrica.
Questa passione però, è più forte di lei, lotta per uscire fuori e Maite non può fare altro che sfogare il suo canto di nascosto, quando nessuno può sentirla.
Luca però, il suo collega in fabbrica, finisce per scoprirla, e quello sarà solo il primo passo di Maite verso qualcosa di inaspettato...
Una lotta contro il tempo per sopravvivere. La realizzazione del suo sogno più grande. La corsa verso un luogo che è l'unica salvezza contro un mondo ingiusto e crudele.
Questo è ciò che Maite deve affrontare in Garden.
L'Italia come la conosciamo noi, non esiste più. Il mondo di Maite è fatto di regole ferree, di obblighi e divieti, di sogni repressi, perchè il canto per Maite è l'unica libertà che conosca, eppure la deve tenere segreta.
L'esordio di Emma Romero, si compone in un romanzo dal ritmo incalzante e veloce.
Il personaggio di Maite è ben caratterizzato, sviluppa ogni lato della sua personalità, mostrandoci sia i suoi punti di forza, che le debolezze di una ragazza abituata ad eseguire gli ordini imposti da altri. È coraggiosa la ragazza, così come le altre protagoniste di romanzi distopici che ho incontrato fino ad ora, è abbastanza forte da provare a combattere contro qualcosa più grande di lei. Non si arrende, ci prova, non abbandona gli amici, anzi, fa di tutto per riuscire a liberarli e a portarli in salvo. La lealtà verso gli amici e le persone a cui si vuole bene, è sempre qualcosa che ammiro e apprezzo tantissimo nei personaggi.
L'ambientazione è ben descritta e dettagliata e devo dire che mi ha fatto anche un certo effetto immaginare la mia Italia trasformata a quel modo!
Il finale lascia con il fiato sospeso, e in sospeso lascia anche qualcos'altro, che fa pensare ad un possibile seguito. E io spero proprio che sia così, spero che il prossimo romanzo di Emma Romero abbia luce presto, perchè non vedo l'ora di incontrare nuovamente Maite. Di scoprir cosa le riserva il futuro, cosa accadrà tra lei e Luca, ma soprattutto, se riusciranno a salvare la nostra Italia.

Valutazione:
♥♥♥/ e mezzo
Canzone consigliata:

4 commenti:

  1. Ce l'ho in libreria da una vita... non mi decido mai ad iniziarlo! Mah.... vedremo! :)

    RispondiElimina
  2. Ce l'ho anch'io sullo scaffale, però non mi decido mai a cominciarlo per paura che mi deluda! Spero comunque di leggerlo presto perché sono troppo curioso! ^_^

    RispondiElimina
  3. Uffi... Anch'io ce l'ho lì da un pezzo e ancora nn mi sono decisa a leggerlo! Devo proprio trovare il tempo ^^

    RispondiElimina
  4. Anche io l'avevo in lista già da un po' prima che mi decidessi finalmente a leggerlo!

    RispondiElimina

Cari viaggiatori,
lasciate pure un segno del vostro passaggio se vi va,
sono sempre felice di scoprire i vostri pensieri :)