Silver


Buon giorno lettori!
Oggi vi parlo di Silver, primo libro della Trilogia di Sogni scritta dalla celeberrima Kerstin Gier, che io ero ansiosissima di leggere. Ho molto apprezzato questa autrice grazie alla sua Trilogia delle Gemme, ed ero curiosissima di scoprire questa nuova serie.
Vi dirò, il libro mi è piaciuto, senza dubbio carinissimo, ma alcune cose non mi hanno convinto al 100%.
Titolo: Silver
Autore: Kertin Gier
Editore: Corbaccio
Collana: Narratori Corbaccio
Anno: 2014
Pagine: 323
Prezzo: 16,40

Trama:
Porte con maniglie a forma di lucertola che si spalancano su luoghi misteriosi, statue che parlano, una bambinaia impazzita che si aggira con una scure in mano... I sogni di Liv Silver negli ultimi tempi sono piuttosto agitati. Soprattutto quello in cui si ritrova di notte in un cimitero a spiare quattro ragazzi impegnati in una inquietante cerimonia esoterica. E questi tipi hanno un legame con la vita vera di Liv, perché Grayson e i suoi amici sono reali: frequentano la stessa scuola, da quando Liv si è trasferita a Londra. Anzi, per dirla tutta, Grayson è il figlio del nuovo compagno della mamma di Liv, praticamente un fratellastro. Meno male che sono tutti abbastanza simpatici. Ma la cosa inquietante - persino più inquietante di un cimitero di notte - è che loro sanno delle cose su Liv che lei non ha mai rivelato, cose che accadono solo nei suoi sogni. Come ciò possa avvenire resta un mistero, esattamente il genere di mistero davanti al quale Liv non sa resistere...


Recensione:
Ero elettrizzata all'uscita di questo libro, sia per la trama che mi incuriosiva in modo particolare, sia perché opera di Kerstin Gier, che avevo particolarmente apprezzato nella sua Trilogia delle Gemme. La storia, è quella di Olive, un adolescente perennemente in viaggio con la sorellina, la madre e la bambinaia, in giro per il mondo senza una dimora fissa in cui potersi fare degli amici e crearsi un futuro. Questo almeno fino a che la madre decide che si devono trasferire a Londra, nella casa del nuovo compagno che ha due figli adolescenti. Olive nella nuova scuola, oltre a cercare di fare amicizia, inizierà ad avere degli stranissimi sogni in cui incontra degli sconosciuti, nel bel mezzo della notte, nei luoghi più impensabili. Fino a qui, non c'è nulla di troppo strano, se non fosse che, a scuola, incontra proprio quei ragazzi sognati durante la notte, che sembrano avere bisogno di qualcosa da lei...
E' stato bello ritrovare lo stile riconoscibile della Gier, che dopo Gwendolyn Shepard, ha saputo creare un altro personaggio femminile altrettanto piacevole. Olive -Liv per gli amici- ha una personalità spiccata, è auto-ironica e divertente, racconta la storia a modo suo, con pensieri e considerazioni fresche e simpatiche, che fanno sorridere il lettore. La circondano numerosi personaggi altrettanto buffi, come la madre a dir poco imbarazzante, la sorellina astuta e investigatrice provetta, o Lottie, la bambinaia che sembra avere, ad un certo punto, la stessa sindrome del nanetto di Biancaneve, Dotto (avete presente no, "Sai fare la catasta di morle, la crosmele di tata, emh, la crostata di mele?!").I bellocci della scuola non mancano, ovviamente, e sono Grayson, futuro fratellastro di Liv, Henry, Arthur e Ken con barba Jasper. A questo quartetto composto da ragazzi stupendi, adorati da tutte le donzelle della scuola, Liv si unisce molto presto, così facciamo la conoscenza dei quattro: Jasper, che incarna perfettamente l'ideale di bello ma stupido, Arthur, leader della situazione, Grayson gentile e premuroso, ed Henry, simpatico e parecchio interessato alla nostra Formaggiaia Liv, anche se in alcuni momenti ho trovato il suo comportamento nei suoi confronti un po' ambiguo. Grayson, che è appunto il futuro fratellastro di Liv, non ha lo spessore che merita, secondo me, oscurato da Henry, più presente e pronto ad agire rispetto a lui. Visto che Liv e la sua famiglia vanno a viver proprio con lui, la sorella Florence (abbastanza antipatica) e il padre dei due, mi aspettavo che legasse maggiormente con Grayson, invece il loro rapporto rimane abbastanza superficiale e distaccato, nonostante la convivenza. La faccenda dell'entrare nei sogni degli altri di nascosto, mi ha un poi spiazzata, perchè in realtà viene risolta quasi subito, facendo prendere alla storia tutta un'altra piega, che ricade nel magico (riti e libri di magia che mi hanno ricordato tanto Il libro delle Ombre di Streghe *_*). C'è un bel colpo di scena sul finale, con una sorpresa inaspettata.
 Lo stile utilizzato dell'autrice è fluido e asciutto, è una lettura piacevole e coinvolgente per il tono simpaticissimo con cui la protagonista parla, che rende la storia davvero carina. L'unica pecca che ho trovato è che, essendo una trilogia, spero nei prossimi volumi di trovare altre “questioni misteriose” da risolvere perchè non so, credo che il problema del demone da solo renda la trama un po' debole. Se non ricordo male, anche con Red, primo libro della splendida Trilogia delle Gemme, l'inizio non era dei migliori, ma il secondo e il terzo libro mi erano piaciuti molto di più. Spero che anche in questo caso, nei prossimi libri l'autrice approfondisca meglio determinati aspetti della storia, qui solo accennati, e metta maggior pepe alla storia, creando qualcosa di ancora più misterioso, adatto alla nostra Liv, che adora gli intrighi e le indagini. Ci sguazza alla perfezione in mezzo ai casi da risolvere, quindi perchè non darle altro “materiale” su cui lavorare, visto che è così divertente vederla all'opera?
Ultima cosa, nel libro troviamo qua e là, frammenti della vita scolastica di Liv e dei suoi compagni, grazie ad un blog che qualche anonimo aggiorna costantemente per metterci al corrente di pettegolezzi e notizie succose. Insomma, è un incrocio tra Gossip Girl, vista la leggerezza delle notizie e -A di Pretty Little Liars visto che sembra essere ovunque e non ha alcuna intenzione di far scoprire la propria identità. Altro mistero da risolvere...che curiosità! 
Se avete amato la Trilogia delle Gemme, la Trilogia dei Sogni non vi deluderà, ritroverete lo stesso stile fresco e frizzante di Kerstin Gier, che riesce a rendere le proprie storie affascinanti, e coinvolgenti per chi le legge.

Valutazione:
♥♥♥/ e mezzo

4 commenti:

  1. Bella recensione!Anche a me è piaciuto Silver, è stata una lettura davvero carinissima, ma non ha niente a che vedere con la Trilogia delle Gemme che è stata meravigliosa *__*

    RispondiElimina
  2. Io lo sto leggendo proprio in questo momento e sono a 50 pagine su per giù dalla fine e devo dire che mi sta piacendo moltissimo quasi più della trilogia delle gemme :)

    RispondiElimina
  3. Un'altra serie che dovrei iniziare...ma perche? Così tanti libri e così poco tempo :3

    RispondiElimina
  4. concordo con la tua recensione.. il demone ha reso tutto molto più debole e anche io come te ho dato 3 stelle e mezza, insomma sono un po' delusa..

    RispondiElimina

Cari viaggiatori,
lasciate pure un segno del vostro passaggio se vi va,
sono sempre felice di scoprire i vostri pensieri :)