Hidden - La prigioniera

Buon lunedì lettori!
Iniziamo la settimana con una nuova recensione libresca, per la precisione, con l'ultimo capitolo delle trilogia di Sophie Jordan, dedicata alle fantastiche creature Draki.
Oggi sono particolarmente felice, perchè stasera in America ricomincia Teen Wolf  *_____* So che non centra nulla con la recensione, ma...qualcun'altro è ansioso quanto me di rivedere Scott & co all'opera? Soprattutto dopo il finale straziante della scorsa stagione...
Vabbè, lasciamo perdere e parliamo di Hidden, che è meglio!


Totolo: Hidden - La Prigioniera
Autore: Sophia Jordan
Editore: Piemme
Collana: Freeway
Serie: Firelight #3
Anno: 2013
Pagine: 225
Prezzo: 16,50

Trama:
La lotta spietata fra draki e cacciatori non ha tregua e non risparmia nemmeno l'amore più appassionato. Jacinda e Will continuano a sfidare le leggi, incapaci di assoggettarsi alle regole che hanno protetto le loro famiglie. Amarsi li espone a pericoli mortali, perché i draki ucciderebbero un cacciatore senza esitare, se si rendesse necessario per proteggere il proprio clan, ma i cacciatori farebbero anche peggio: farebbero mercato con la pelle e il sangue dei draki, vendendoli agli enkros, saccheggiatori di esseri viventi, coloro che mandano i cacciatori a catturare quelli come Jacinda. La sorellina di Cassian è nelle loro mani. Quindi, per evitare che venga uccisa, o peggio, Jacinda si offre di penetrare nella fortezza degli enkros, considerata inespugnabile. Per liberarla, Jacinda riesce a convincere il principe dei draki a seguire lei e Will, pur sapendo che sottovalutare la gelosia fra i due potrebbe rivelarsi un clamoroso errore. Potrebbe essere la fine del loro sogno, oltre che l'inizio di una feroce, sanguinosa e definitiva resa dei conti.

Recensione:
Letto in tre-4 ore di un sabato pomeriggio in cui, nella mia cameretta, pareva di stare in una sauna...perchè mai andare a spendere soldi in un centro benessere, quando la si può fare tranquillamente nella propria camera, tra pupazzi e poster che tappezzano l'armadio?
Scherzi a parte, veniamo al dunque: se nel secondo libro di questa trilogia, Vanish, non è accaduto quasi  nulla, qui invece, succede di tutto, ma proprio TUTTO.
Il rischio di eccedere e far uscire un minestrone, era facile, m l'autrice è stata brava a dosare gli ingredienti nel modo giusto  e anche se è un libro colmo di cose, il risultato non è forzato.
Neanche farlo apposta, del secondo volume non mi piaceva particolarmente nemmeno la copertina, che ho trovato troppo in contrasto con i colori caldi di questa e del primo libro. Sarà perchè io adoro il rosso in ogni sua sfumatura, ma quella di Hidden la trovo davvero stupenda.
Il libro si apre dove il precedente si era concluso, ovvero con la prospettiva per Jacinda e gli altri, di doversi infiltrare nella tana del lupo, nella fortezza degli Enkros per salvare Miriam, la sorellina di Cassian.
Senza addentrarmi troppo nella trama, posso solo dire che ogni questione troverà una fine e nulla verrà lasciato in sospeso. Se nel romanzo precedente i cacciatori erano poco presenti, per esempio, qui torneranno alla carica. Jacinda, assieme agli amici che abbiamo già conosciuto, più qualche nuovo personaggio, farà di tutto per proteggere chi ama e ciò in cui crede, per proteggere la sua specie e il suo amore.
Devo dire che l'amore che ho provato per il primo libro (che nel secondo si era un po' affievolito), qui è tornato alla carica. Pur essendo un libro abbastanza breve (poco più di duecentoventi pagine), non avrei certo speso tutto un pomeriggio sulle sue pagine, se non fosse stata una lettura talmente avvincente.
Beh, lo è stata  eccome. 
Hidden è un'avventura adrenalinica, colma di colpi di scena, coinvolgente e dal ritmo velocissimo. Lo stile scorrevole, semplice ma al tempo stesso accurato dell'autrice, mi ha ricordato il motivo per cui il personaggio di Jacinda, nel primo volume, mi era tanto piaciuto. E' una ragazza coraggiosa, determinata, ma non certo priva di dubbi. E' una narratrice emotiva, dolce e sentimentale, e sono proprio i sentimenti, quasi più dei pericoli che corre, ad oscurargli il cuore, riempiendolo di domande. A parte qualche piccolo tentennamento (a volte la trovo troppo confusa su ciò che prova), nel complesso è un personaggio che ho adorato. Mi piace come protegge ciò che è, anche se proprio il suo essere Draki le impedisce di vivere serenamente il suo amore, non vuole rinunciare alle sue radici.
Ho trovato le creature Draki molto affascinanti, ben descritte, ben pensate dall'autrice, sarà ce sui draghi non ho mai letto nulla, quindi per me è qualcosa di nuovo, ho trovato la storia nel complesso davvero originale
Cassian è in qusto libro, ancora più presente, e il suo personaggio viene approfondito ulteriormente, così come il personaggio di Tamra, che assume un ruolo di primo piano nella storia, rispetto ai precedenti volumi. Will è un personaggio che mi è piaciuto tanto, fin dal primo libro, sarà che Jacinda continua a ripetere continuamente quanto è fantastico, tanto che ormai me l'ha cacciato in testa a forza, Lo trovo un ragazzo  comprensivo, disposto a sacrificare ogni cosa per Jacinda, e tutto ciò che rischia, i pericoli che corre per aiutarla, lo dimostrano.
Sono soddisfatta di come questa trilogia si sia conclusa, soprattutto dopo un secondo volume un po' incerto, l'autrice è riuscita a riguadagnare punti con questo ultimo capitolo coinvolgente. 

Valutazione:
♥♥♥♥/ e mezzo

Link d'acquisto ad Amazon:

2 commenti:

  1. M'ispira tanto questo libro *-* già dalla cover... è adatta ai miei gusti xD Comunque ti ho taggata qui: http://ikadreaming.blogspot.it/2014/06/premio-dellamicizia-lovely-blog-award.html Spero ti faccia piacere e spero tu non ne abbia ricevuti già troppi! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te la consiglio, è una serie molto carina :)
      Grazie mille per il tag!!!! :D

      Elimina

Cari viaggiatori,
lasciate pure un segno del vostro passaggio se vi va,
sono sempre felice di scoprire i vostri pensieri :)