La lista dei miei desideri

Titolo: La lista dei miei desideri
Autore: Lori Nelson Spielman
Editore: Spering & Kupfer
Anno: 2013
Pagine: 352
Prezzo: 17,90

Trama:
A trentaquattro anni, Brett Bohlinger ha tutto quello che vuole: un lavoro invidiabile nell'azienda di famiglia, un loft molto trendy, un fidanzato irresistibile e una mamma affettuosissima che è anche la sua migliore amica. Perciò, quando l'adorata madre Elizabeth muore, Brett è devastata per aver perso il suo punto di riferimento. E il dolore si trasforma in rabbia nel momento in cui si ritrova anche con un pugno di mosche. Perché alla lettura del testamento, invece di nominarla nuova amministratrice della Bohlinger Cosmetici, Elizabeth le lascia soltanto una lettera. Ed è una lettera strana, che la esorta a riconsiderare la sua vita, partendo dalla "lista dei desideri" che aveva stilato da ragazzina, vent'anni prima. Solo se nell'arco di un anno realizzerà tutti gli obiettivi di allora - innamorarsi, salvare il mondo, essere felice, desideri semplici e assoluti al contempo - riceverà la sua eredità. Inizialmente riluttante, a Brett non resta che seguire le istruzioni materne: mese dopo mese, ogni volta che Brett spunta una voce della lista, riceve dal notaio una nuova lettera della mamma. Affettuosa, comprensiva, protettiva e piena di una fiducia senza riserve. Come una carezza che la spinge, fra una lacrima e un sorriso, a non mollare e ad aprirsi al domani. A scoprire l'affetto di una famiglia vera e a esplorare il terreno dei sentimenti più teneri. Perché la vita è fatta per essere vissuta, sempre.

Recensione:
Era da tanto che avevo voglia di leggere questo libro, la trama mi incuriosiva parecchio e le prime pagine promettevano bene. Il resto del romanzo, non è stato assolutamente da meno. 
Ho trovato la storia scritta dalla Spielman, autrice esordiente, architettata perfettamente, pensata nei minimi dettagli per far combaciare ogni indizio, ogni pezzo nella vita di Brett. A volte i pensieri, le frasi della madre della ragazza erano fin troppo azzeccate da essere considerate troppo artificiose, ma è anche stato bello pensare e credere che possa esserci un rapporto così profondo, solido, puro e genuino tra una madre e una figlia, tanto che la madre sembra conoscere la figlia, meglio di lei. Anzi, sono proprio le volontà della madre, a permettere a Brett di conoscersi meglio, di scoprire nuovi lati del suo carattere, a risvegliare desideri sopiti e nascosti in qualche parte di lei, quando, ad un certo punto della sua vita, aveva smesso di credere nei sogni e si era limitata ad accettare ciò che credeva essere la sua strada.
Brett, pur essendo benestante e in condizioni di vita molto agiate, non è una donna presuntuosa, egoista e superficiale, anzi, via via che procede il suo obiettivo, togliendo delle voci nella sua lista dei desideri, scopre ciò che conta davvero nella vita, incontrando tante persone che vivono in condizioni economiche opposte alle sue. E' un personaggio che mi è piaciuto molto, è caratterizzato bene e nel corso del romanzo matura parecchio, sia dal punto di vista caratteriale, che come persona. Riesce a mettersi in gioco, a mettere alla prova i propri limiti e le proprie paure e anche se all'inizio è alquanto restia, quando accetta il proprio destino e il volere proverbiale della madre, che sembra aver predetto ogni cosa, diventa una persona più forte.
Mi è piaciuto il modo in cui la protagonista vede e affronta le cose, sono riuscita a capire l'attaccammento e l'affetto nei confronti della mamma, il suo dolore straziante, il senso di tradimento e poi la nuova forza, la rinascita. Riuscire ad affrontare quei desideri che aveva scritto a quattordici anni, quando nulla sembrava fare paura, e tutto pareva possibile, non è semplice. Deve affrontare una serie di ostacoli tecnici e personali, oltre che problemi di tutti i giorni come il riuscire  far combaciare questi suoi obiettivi, con il lavoro e la casa, quando tutto sembra andare a rotoli e le tocca ricominciare da capo.
Sono moltissimi i personaggi presenti nel romanzo, alcuni sono solo di passaggio, ma molti si riveleranno essere fondamentali nella vita di Brett, come la famiglia, i fratelli, gli amici di sempre, quelli nuovi, e il fidanzato (insopportabile, lasciatemelo dire).
La conclusione è stata diversa da come me l'ero immaginata, pensavo di sapere esattamente come sarebbe andata a finire la storia, e invece sono rimasta sorpresa. Devo ammetterlo, in certe occasioni mi sono anche commossa!

Valutazione:
♥♥♥/ e mezzo

4 commenti:

  1. Sembra una bella lettura leggera. Forse ci farò un pensierino! Bella recensione :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :)
      Si, è una lettura molto carina!

      Elimina
  2. Sembra molto carino :) una lettura senza troppi impegni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, è una letturaa abbastanza leggera, ma carina :)

      Elimina

Cari viaggiatori,
lasciate pure un segno del vostro passaggio se vi va,
sono sempre felice di scoprire i vostri pensieri :)