La fabbrica delle meraviglie

Buongiorno lettori!
Oggi vi parlo de La fabbrica delle meraviglie, edito da Mondadori, e primo libro della serie di Sharon Cameron.


Titolo: La fabbrica delle meraviglie
Autore: Sharon Cameron
Editore: Mondadori
Collana: I Grandi
Serie: The Dark Unwinding #1
Anno: 2015
Pagine: 308
Prezzo: 17,00

Trama:
In una notte di nebbia Katharine arriva in una misteriosa tenuta vittoriana con l'incarico di controllare che l'eccentrico zio George non stia dilapidando il patrimonio di famiglia. Convinta di incontrare un uomo sull'orlo della follia scopre invece che lo zio è un geniale inventore e sostenta una vivace comunità persone straordinarie come lui, salvate dai bassifondi di Londra. Aiutato dal giovane e affascinante Lane, George realizza creazioni fantasmagoriche: pesci meccanici, bambole che suonano il pianoforte e orologi dai mille ingranaggi. Ma Katharine comprende ben presto che una trama di interessi oscuri minaccia il suo mondo pieno di meraviglie e, forse, il destino di tutta l'Inghilterra.

Recensione:
La trama de "La fabbrica delle meraviglie", mi ha affascinata subito, appena l'ho letta, e la copertina così particolare e deliziosa, mi ha fatto venire una voglia matta di acquistarlo. Non conoscevo questo libro, fino a poco prima dell'uscita in libreria, ma qualcosa mi spingeva a pensare "deve essere mio, perchè so che lo adorerò".
Ogni tanto con i libri, si hanno queste sensazioni, prima ancora di iniziare un lettura, spesso sono già sicura che quel libro lo amerò, o lo detesterò. Non sempre però, le previsioni sono così azzeccate! xD
Sono andata un po' a rilento con la lettura di questo libro purtroppo, perchè avevo molte cose per la testa, mentre lo leggevo, quindi probabilmente non gli ho dedicato l'attenzione che meritava, e ci ho messo il triplo del tempo a finirlo perchè non ero concentratissima. Quindi, forse, se avessi iniziato la lettura in un modo diverso, ora la penserei diversamente sulla storia, o forse avevo semplicemente delle aspettative troppo alte, e quindi sarei rimasta un po' delusa in ogni caso.

La situazione in cui Katherine, la protagonista, viene catapultata, è talmente bizzarra e particolare, che non riuscivo a capire cosa avesse in mente l'autrice, e dove volesse andare a parare. Su obbligo della zia, Katherine è costretta a recarsi nella tenuta dello zio George, a controllare che non stia sperperando tutto il patrimonio di famiglia. Qui, trova una situazione parecchio diversa da quella che si era immaginata, e per lei sarà difficile scegliere se fare la cosa più giusta per lei, o per le nuove persone che conoscerà.

La protagonista è simpatica, determinata e testarda, però non sono riuscita a capire pienamente il suo modo di ragionare. Allo stesso modo, gli altri personaggi, me li immaginavo di maggior spessore ed impatto, invece li ho trovati abbozzati e mi sono stati abbastanza indifferenti per quasi tutta la storia, devo essere sincera. Anche l'atmosfera, e l'epoca in cui è ambientato, che io adoro e sarebbe stato uno dei punti di forza della storia, non è stata sviluppata dall'autrice come piace a me.
A circa metà libro, la storia inizia a farsi più interessante, perchè la prima parte invece è abbastanza piatta, lenta e fatica ad ingranare, dalla metà in poi, le cose si fanno più coinvolgenti, c'è maggiore azione e il ritmo è più sostenuto.
La parte romance, non mi ha soddisfatto pienamente, ma per come è finito il primo volume, sono curiosa di leggerne il seguito, sperando che mantenga un ritmo più coinvolgente per tutta la durata del libro.
In conclusione, storia carina, ma mi aspettavo molto, moooolto di più!

Valutazione:
♥♥♥/ e mezzo
Voi l'avete letto?
Che ne pensate?

1 commenti:

  1. Sai, mi hanno detto di tutto del libro.. da "Mamma mia proprio no" a "Bellissimo, imperdibile", passando ora dal tuo "Carino ma mi aspettavo di più".. :D
    Questa cosa mi intriga tantissimo, insomma, un libro con cui le persone hanno reazioni differentissime e non il solito "si ama o si odia".. :DD
    Lo inizio oggi!! ^^

    Peccato per i personaggi piatti!!
    (certo la cover è sbav..)

    RispondiElimina

Cari viaggiatori,
lasciate pure un segno del vostro passaggio se vi va,
sono sempre felice di scoprire i vostri pensieri :)