Recensione in anteprima: Le ragazze vogliono la luna

Titolo: Le ragazze vogliono la luna
Autore: Janet McNally
Editore: De Agostini
Data di uscita: 28 febbraio 2016
Pagine:
Prezzo:

Trama:
Ci sono estati che lasciano il segno. Estati che cambiano la vita. Per sempre. È esattamente quello che è successo a Phoebe, diciassette anni e un segreto ben custodito. Lo stesso segreto che ha distrutto il legame con la sua migliore amica e che ha mandato all’aria l’unica possibilità con il ragazzo per cui ha una cotta colossale. Ma Phoebe è abituata ai segreti. Perché tutti nella sua famiglia ne hanno uno. Tutti hanno qualcosa da nascondere: sua sorella Luna, che se n’è andata a Brooklyn per inseguire un sogno, suo padre Kieran, che se n’è andato e basta. E poi sua madre Meg. È lei la vera bugiarda di professione. Ex rockstar, Meg non ama rivangare gli anni in cui ha viaggiato per il Paese insieme alla sua band, mietendo un successo dopo l’altro. E soprattutto non ha nessuna intenzione di spiegare alle figlie il motivo per cui, da un momento all’altro, ha messo fine alla carriera e al proprio matrimonio. Eppure Phoebe non è il tipo che si arrende. Decisa a ritrovare le tessere mancanti del passato della sua famiglia, raggiunge Luna a New York. E, in un’estate magica, indimenticabile, tra musica indie, notti insonni e amori impossibili, si mette alla ricerca. Della verità e anche un po’ di se stessa.


Recensione:
Dovete sapere che sono una persona molto riflessiva e insicura per natura, anche quando si tratta di acquistare un libro, infatti rifletto bene sulla mia scelta perchè voglio essere sicura che mi piaccia, che lo leggerò e non lo rilegherò in libreria a prender polvere (anche se spesso capita).
Quando mi è arrivata la segnalazione dalla DeAgostini, però, mi sono detta, perchè no? Qualcosa in questo libro mi attirava, il titolo mi incuriosiva, quindi ho deciso di leggerlo, e ringrazio la Dea per avermene data l'opportunità.
Senza aspettative, pretese, o idee particolari su questo libro, mi sono gustata la storia senza sapere troppo sulla trama.
Io sono una grandissima appassionata di musica, quindi per me scoprire la storia di questa famiglia di musicisti, è stato davvero interessantissimo. Ci troviamo di fronte a quattro personaggi dalle spiccati doti musicali, anche se Phoebe, la nostra protagonista non lo vuole ammettere, perchè non eccelle particolarmente nel canto, o nel destreggiarsi tra gli strumenti musicali, nel corso del libro dimostra di avere una bella conoscenza musicale, grazie agli insegnamenti della madre, e alle lezioni impartite dal padre, le poche volte che lei e sua sorella sono state in sua compagnia.
Una famiglia unita dalla musica, eppure distrutta, divisa dalla musica stessa.
Luna e Phoebe infatti, vivono con la madre, e hanno smesso di avere contatti con quel padre che continua a calcare i palchi dei club più famosi, anche dopo che la madre delle due ragazze ha deciso di abbandonare la carriera di cantante. Viene ancora riconosciuta per strada, è ancora amata e adorata dai fan della band di cui ha fatto parte, anche se lei sembra voler cancellare quel pezzo della sua vita, e lo fa nascondendo alle figlie il suo passato, ostinandosi a tenere chiusi in un cassetto i suoi ricordi, anche se riguardano i primi anni di vita delle sue bambine.
Il romanzo si svolge nell'arco di una settimana, poco meno, e ci porta a viaggiare insieme a Phoebe alla ricerca della sorella, Luna, che, pur non volendo ammetterlo, ha intrapreso anch'essa le orme della mamma, fondando un suo gruppo e abbandonando gli studi. Mamma e figlia si parlano a stento, così Phoebe fa un po' da paciere tra le due, cercando nel frattempo di scovare indizi sul passato dei suoi genitori.
Il romanzo è scorrevolissimo, in un paio di giorni l'ho terminato, mi sono piaciute molto queste due sorelle protagoniste, anche se non potrebbero essere più diverse tra loro. Phoebe è una ragazza con la testa sulle spalle, molto riflessiva, metodica, anche se ancora in cerca di sè stessa. Luna invece, è più impulsiva, tosta, tutta d'un pezzo, anche se in realtà è molto fragile, e le costa tantissimo ammettere quando sbaglia.
Attorno a loro, e quei pochi giorni che le due sorelle passano insieme, vediamo il passato dei genitori, narrati dal punto di vista di Meg.
E' stato interessante leggere i capitoli  raccontati dalla madre, anche se avrei preferito fossero scritti in ordine cronologico piuttosto che a ritroso, perchè mi hanno confuso un po' le idee!
Ho trovato le due protagoniste ben caratterizzate, e anche i protagonisti secondari non sono male, anche se avrei preferito fossero approfonditi un po' meglio.
La storia in generale mi è piaciuta, ma devo dire che sul finale mi aspettavo qualcosa di più, perchè mi ha lasciato una sensazione di incompleto. Avrei preferito che l'autrice ci suggerisse come le cose con il padre continueranno/cambieranno (sempre se si sviluppano in qualche modo), o che decisione Luna prenderà riguardo i suoi studi (motivo per cui Phoebe è stata mandata in "missione"). Oppure come le cose tra Phoebe e la sua amica Tessa si risolveranno, visto che l'autrice sembrava tenere particolarmente a quell'episodio della vita di Phoebe, senza contare il fatto che tutti quei "segreti" descritti nella sinossi, che sembravano dei grandi misteri da scoprire, non sono effettivamente così.
In conclusione, lettura carina e molto scorrevole, anche piacevole, che però lascia un po' troppe cose in sospeso, per come la vedo io.
Peccato, si poteva fare di più!

Valutazione:
♥♥♥/ e mezzo

2 commenti:

  1. Ciao!
    Ho finito di leggerlo giusto un paio di giorni fa e mi trovo d'accordo quasi su tutto, specialmente il finale! A me ha lasciato l'amaro in bocca e sono d'accordissimo con te sulle cose che mi aspettavo di trovare alla fine.

    RispondiElimina
  2. Dovrei leggerlo fra qualche giorno, sono contenta che ti sia piaciuto :)

    RispondiElimina

Cari viaggiatori,
lasciate pure un segno del vostro passaggio se vi va,
sono sempre felice di scoprire i vostri pensieri :)