Una stanza piena di sogni

Titolo: Una stanza piena di sogni 
Autore: Ruta Sepetys
Editore: Garzanti
Anno: 2013
Pagine:308
Prezzo: 17,60


Trama:
New Orleans. Josie ha diciassette anni, ma non sa cosa sia un abbraccio. Non ha mai conosciuto l'affetto di una carezza, non ha mai ascoltato il suono di una voce dolce. Sua madre è una prostituta e l'ha sempre trattata come un'estranea. Eppure, da sempre, Josie custodisce un segreto, un luogo speciale tutto suo: la libreria del quartiere. Lì si rifugia nei pochi momenti liberi delle sue giornate. Lì, tra le pagine di Charles Dickens, Jane Austen e Francis Scott Fitzgerald, immagina un futuro lontano. Quando un giorno in libreria entra Hearne, un misterioso cliente con la passione per le poesie di Keats, Josie capisce che il sogno di una nuova vita potrebbe presto diventare realtà. Perché Hearne è diverso da tutti. Hearne si preoccupa per lei, le chiede come sta, le offre parole di conforto. L'uomo è come il padre che non hai mai avuto. Eppure, quando tutto sembra possibile, anche scappare da New Orleans, Hearne viene ucciso. La vita ha deciso di mettere ancora una volta alla prova Josie. Non solo Hearne non c'è più, ma a venire accusata della sua scomparsa è la madre della ragazza. Adesso Josie deve scegliere. Scegliere tra la donna che non le ha mai dato amore e la fuga. Scegliere tra il cuore e la speranza. Gettare la paura alle spalle e spiccare il volo. Perché a volte si può volare anche con un'ala ferita.



Recensione:
Non ho letto nient'altro di Ruta Sepetys, ma visto quanto questo piccolo capolavoro mi è piaciuto, mi procurerò il prima possibile “Avevano spento anche la luna”.
Il mio animo in fondo in fondo romantico e poetico, mi ha spinta a prediligere fin da subito questo titolo, sullo scaffale della libreria. Da sognatrice che si rispetti, non potevo lasciarmi scappare un romanzo, di sogni ricco, dove tra l'altro, la protagonista, lavora immersa tra i libri!
Josie è una ragazzina intelligente, che ha capito fin da subito di doversela cavare da sola. Sua madre fa la prostituta, e di lei si è sempre occupata ben poco, così la ragazza, maniche rimboccate, ha trovato lavoro in una piccola libreria dove, rifugiarsi tra i libri è il solo modo che ha di evadere da una vita che non fa per lei. Cresciuta in una New Orleans sporca e crudele, sogna di incontrare il padre che non ha mai conosciuto, sogna che sia un uomo gentile e affidabile, perché lei, nelle persone ha ormai smesso di credere. Sogna di scappare, di farsi strada nel mondo e cambiare il suo futuro.
Sono molti i personaggi che scorrono in questo bellissimo romanzo. Josie, la protagonista, in particolar modo mi è molto piaciuta. Ho apprezzato la sua forza, l'indipendenza e il coraggio che ha di andare avanti in una vita che per lei ha riservato solo ostacoli. Nel mondo malfamato in cui la madre lavora, ha imparato a difendersi, nonostante le paura che prova verso certi individui (Cincinnati...e non aggiungo altro).
La madre di Josie, invece, l'ho travata un personaggio un po' ambiguo. Dalle prime pagine del romanzo, si era capito che in lei, il senso materno scarseggiava, ma andando avanti con gli anni, si è poi totalmente distaccata dalla figlia. Non si alcun problema a  metterla in imbarazzo o peggio, a metterla in pericolo. È una persona vuota, superficiale e totalmente attaccata alle cose materiali. Il personaggio di Willie, invece, l'ho rivalutato parecchio nel corso della storia. Al contrario della madre, Willie con il passare degli anni, pur non essendo incline all'affetto, si lega molto a Josie. La protegge, la aiuta, la supporta e sogna per lei una vita diversa, pur stando sempre con i piedi ben piantati per terra.
Un piccolo romanzo che racconta una realtà nuda e cruda, svelando i lati oscuri di New Orleans, pur non sconfinando mai nel volgare. La narrazione è fluida e la storia procede senza intoppi, i personaggi sono tanti, e quelli principali ben caratterizzati. L'ambiente, seppure ridotto, è ben descritto. L'autrice è stata capace di intrecciare la vita profonda e significativa di Josie Moraine, determinata a tutto pur di inseguire i propri desideri, ad una realtà tristemente superficiale, creando qualcosa capace di lasciare a bocca aperta il lettore. 
Ho divorato questo romanzo, l'ho amato e sono riuscita a sentire la storia di Josie sulla mia pelle, Una stanza piena di sogni, è una storia capace di scavare dentro di noi e dipingerci l'anima.

Valutazione:
♥♥♥♥  
Una storia piacevole, spesso toccante, che racconta di un mondo triste e grigio dove c'è ancora qualcuno che, con forza, vuole continuare a credere di poter realizzare i sogni, cambiando il proprio destino.

4 commenti:

  1. Io di questa autrice ho entrambi i libri in ebook solo che ancora non li ho letti, ma di entrambi ho letto solo recensioni da 4 o 5 stelline mai di meno!!! Sono proprio curiosa di leggerli ^_^ se mai riuscirò a uscire viva da tutte le letture in arretrato aahah XD comunque volevo chiederti, è da tempo che vado cercando il puntatore del mouse con la matita *__* ma dove l'hai trovata???

    RispondiElimina
  2. Io penso proprio che mi procurerò l'altro libro di questa autrice, visto che questo mi è piaciuto così tanto! Te lo consiglio assolutamente :)
    Per quanto riguarda il cursore, l'ho preso qui http://iolecal.blogspot.it/2011/09/cursore-del-mouse-personalizzato-back.html appena l'ho visto, non ho saputo resistere! *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. *___* grazie non immagini da quando lo volevo!!! Comunque mi sa che lo leggerò proprio questo libro in tempi brevi e addio a tutti i miei buoni propositi di smaltire vecchie letture ;p

      Elimina
  3. Bel libro... purtroppo di quest'autrice non ho letto ancora nulla, ma ho in lista " Ci proteggerà la neve "
    Mi sa che devo aggiungere anche questo qui in lista, la trama è molto interessante e poi dalla tua recensione è impossibile non leggerlo :)
    Il problema è trovare il tempo per leggerli tutti :)

    RispondiElimina

Cari viaggiatori,
lasciate pure un segno del vostro passaggio se vi va,
sono sempre felice di scoprire i vostri pensieri :)