La ragazza che leggeva nei cuori

Titolo: La ragazza che leggeva nei cuori
Autore: Teri Brown
Editore: Corbaccio
Collana: Romance
Anno: 2014
Pagine: 311
Prezzo: 14,90

Trama:
New York, anni Venti, i famosi Roaring Twenties: Anna ha sedici anni e fin da bambina aiuta la madre, una famosa medium, negli spettacoli. Ma, contrariamente a sua madre che è un'abile attrice, Anna ha veramente il dono di "sentire" le emozioni altrui e di predire il futuro. E in questo futuro vede sua madre in pericolo: le sue visioni si fanno sempre più intense e spaventose, al punto che Anna decide di esplorare fino in fondo questa parte di sé che aveva sempre negato. Così, quando Cole, un ragazzo misterioso, si trasferisce in un appartamento vicino e introduce Anna a una società segreta che studia proprio persone come lei, Anna si trova costretta a confrontarsi con il suo passato e con le certezze della sua vita. Ma Anna è anche una sedicenne come tante altre, con i suoi istinti ribelli, i suoi capricci e la sua rabbia esplosiva. E, come tutte le ragazze della sua età, anche lei è alla ricerca dell'amore e dell'affermazione di se stessa. Riusciranno le sue abilità a districare la rete di intrighi in cui, suo malgrado, è caduta? E, soprattutto, la sua sensibilità sarà in grado di farle individuare qual è il suo vero destino? Riuscirà Anna l'illusionista, brava a liberarsi da quasi tutto, a liberarsi dai condizionamenti e a seguire il suo cuore?

Recensione:
Avevo puntato questo libro già da un po' di tempo, ma non mi decidevo mai ad acquistarlo, alla fine, però, questa è stata la lettura con cui ho concluso il 2014 e iniziato il 2015. E questo dimostra che sono già in arretrato con le recensioni ç_ç
La ragazza che leggeva nei cuori, racconta di Anna, una sedicenne di New York, alle prese con una vita alquanto movimentata. Costretta a scappare in continuazione da un posto all'altro, sempre in movimento, con e per colpa del lavoro della madre, che le mette costantemente in pericolo. Anna, invece, al contrario della madre, che finge solamente di essere una grande medium, ha davvero un grande potere, che si fa via via più forte, e l'arrivo di Cole, un ragazzo gentile e alquanto misterioso, rendono Anna ancora più curiosa di scoprire se esistono altre persone con il suo stesso potere, e se c'è un modo per tenerlo sotto controllo.

La storia raccontata dall'autrice, è ben strutturata, è ricca di mistero e suspance, le atmosfere di magia, gli spettacoli e l'illusionismo, uniti ai dettagli tipici degli anni Venti, ne fanno un romanzo particolare, ma soprattutto be descritto.
La protagonista, che dà voce alla storia, mi è piaciuta fin dalle prime pagine, è all'avanguardia, decisa, coraggiosa ed anche testarda quanto basta per tenere testa a Cole e a chi le sta attorno. Ha un immenso talento per l'illusionismo, purtroppo sempre messo in ombra dalla madre che, al contrario di lei, è sempre in cerca di attenzioni, è superficiale ed egoista, specialmente nei confronti della figlia. Ammettiamolo, Anna è davvero un angelo per sopportare la madre eh! Soltanto verso la fine della storia inizia ad essere un po' più ragionevole, ma per quasi tutta la durata del libro, l'ho trovata abbastanza insopportabile.

Anna, ci racconta, come la sua vita movimentata, le abbia impedito di fare delle vere amicizie, le attenzioni di Cole nei suoi confronti, quindi, sono ancora più preziose per lei. Il suo trasferimento con la madre a New York, sancisce una sorta di rinascita, una vita nuova per lei, che vuole impegnarsi per cambiare il suo futuro, e trovare la propria strada.
Ci sono vari personaggi che volteggiano attorno alle due protagoniste, ma quelli su cui l'autrice si sofferma maggiormente, sono pochi. Cole, appunto, è uno di questi, compare fin dalle prime pagine e farà "a gara" con un altro giovanotto, per conquistare le attenzioni di Anna. Ci sono poi il Signor Darby, uno scontroso vicino di casa, che però si rivelerà gentilissimo nei confronti di Anna, ma soprattutto il famoso illusionista Harry Houdini, che Anna sospetta essere suo padre.
Mi è piaciuto moltissimo questo libro, ha tutti gli ingredienti che apprezzo in un romanzo: un'ambientazione descritta in modo vivido (gli anni Venti a New York, poi, sono qualcosa che non si può non amare), una trama intrigante ed una protagonista decisa ed intelligente. 

L'ho trovato, per certi versi, simile al libro di Libba Bray, La stella nera di New York, perciò mi sento di consigliarvelo, se La ragazza che leggeva nei cuori vi è piaciuto, e viceversa.

Spero che il seguito arrivi presto, perchè sono davvero curiosissima di scoprire come continuerà l'avventura di Anna.
Valutazione:
♥♥♥♥
La serie è composta da:
1. La ragazza che leggeva nei cuori  
1,5. Born of Corruption (novella)
2. Born of Deception 

Booktrailer:

5 commenti:

  1. Mi incuriosisce moltissimo!!! *-*

    RispondiElimina
  2. Uh, hai scritto il nome magico: Libba Bray...
    Se è affine a "La stella nera di New York", lo voglio recuperare assolutamente! *_____*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello, sono contenta che anche tu adori la Bray! *_*

      Elimina
  3. Stupendo questo libro, anche a me ha ricordato La stella nera di New York, altro romanzo meraviglioso!Non vedo l'ora di leggere il seguito *__*

    RispondiElimina

Cari viaggiatori,
lasciate pure un segno del vostro passaggio se vi va,
sono sempre felice di scoprire i vostri pensieri :)