Mini-recensione /Ricominciare a Parigi" e "Nessuno è come te"


Buongiorno cari lettori, oggi vi propongo due recensioni brevissime, perchè: 1.fa troppo caldo, e faccio moooolta fatica a scervellarmi e stare al pc a scrivere recensioni, 2. il mio pc ultimamente ha qualche problemino, quindi è meglio che lo lasci "riposare" un po' (anche lui soffre il caldo), e 3. purtroppo i libri di cui vi parlo oggi, non mi hanno fatto impazzire, perciò ho poco da dire al riguardo xD
Detto ciò, vi saluto, e vado a mangiarmi un gelato, e a mettermi sotto il condizionatore! Bye :)


Titolo: Ricominciare a Parigi
Autore: Corine Gantz
Editore: Sperling &Kupfer
Anno: 2015
Pagine: 323
Prezzo: 16,90 €

Trama:
Una  casa nel cuore di Parigi: per molti è un sogno, per Annie è tutta la sua vita. L'elegante palazzina nel sedicesimo arrondissement dove si è trasferita dieci anni prima, dopo aver lasciato gli Stati Uniti, è l'unico luogo che l'abbia fatta sentire al sicuro in quel paese straniero. L'unico luogo in cui si sia sentita padrona di sé, indaffarata tra i fornelli o in giardino, tra mobili da aggiustare e pareti da ridipingere, mentre i bambini erano a scuola e il marito perennemente al lavoro, perennemente "distante" - più di quanto Annie potesse immaginare. Ora che lui è morto all'improvviso lasciandola in un mare di debiti, Annie deve escogitare un piano per non perdere ciò che ha di più caro. E così, nonostante il parere negativo del fedelissimo (e quindi probabilmente innamoratissimo) amico Lucas, decide di affittare le stanze vuote della casa. Il suo annuncio, intitolato "Ricominciare a Parigi!", non è il solito inserto pubblicitario, bensì un messaggio che colpisce nel profondo anime alla deriva in cerca di un approdo sicuro e accogliente. A rispondere sono Lola, Althea e Jared: una ex modella americana in fuga da una vita apparentemente perfetta, una ragazza fragile in fuga da una solitudine che la consuma, e un affascinante pittore squattrinato in fuga dai propri incubi. Annie non è uno chef stellato, ma di stellare ha la passione e la fantasia, tali da infondere calore e vita a tutto ciò che tocca.

Recensione:
Un po come "Baci segreti e lettere d'amore" anche qui la protagonista decide di rivoluzionare la sua vita, rendendo la sua casa una sorta di "pensione" in cui ospita le persone più svariate.
Qui, la motivazione è puramente economica, perché dopo la scomparsa del marito, e con tre figli a carico, la  protagonista si rende conto che, per campare,  e non dover abbandonare la su meravigliosa casa nel cuore di Parigi  (con otto, e dico otto camere da letto), deve trovare una soluzione.  Così, attraverso un annuncio, una modella con due figli,  una ragazza un po' problematica e un'artista,  finiscono sotto lo stesso tetto.
La storia mi ha coinvolto abbastanza all'inizio, ma ad un certo punto, non so perché, ha iniziato a stancarmi, smettendo di convincermi pienamente. Ho trovato alcuni atteggiamenti dei personaggi parecchio strani, quasi incomprensibili, e questo ha iniziato a rendermeli anche un po antipatici.  Per il resto la storia non è male, le descrizioni sono buone, e la bellezza dello sfondo parigino, aiuta a rendere l'atmosfera più  interessante. È una storia leggera, tutto sommato piacevole, senza troppe pretese, anche se avrei approfondito maggiormente certi aspetti della vita della protagonista.
Insomma,  si poteva fare di meglio!

Valutazione: ♥♥♥


Titolo: Nessuno è come te
Autore: Laurie Halse Anderson
Editore: Newton Compton
Anno: 2015
Pagine: 251
Prezzo: 9,90€

Trama:
Tyler  Miller è il tipico ragazzo medio, poco brillante negli studi, con una famiglia disfunzionale alle spalle e poco capace di attirare l'attenzione su di sé. Ma quando viene arrestato per aver fatto dei graffiti sui muri della scuola, è costretto a trascorrere l'estate lavorando per ripagare il danno commesso. E mai una trasformazione è stata così repentina. Tyler si trasforma, come una farfalla che esce dal suo bozzolo, cresce e diventa un uomo nel giro di poche settimane. Il suo nuovo fisico scattante e muscoloso attira l'attenzione di Bethany Milbury, figlia del capo di suo padre e sorella della sua più grande nemica Chip, che è anche la ragazza per cui batte segretamente il cuore di Tyler. Bethany sa quello che vuole ed è disposta a tutto pur di ottenerlo, anche a far infuriare la sorella. Il suo comportamento scatenerà una serie di eventi e cambiamenti che metteranno Tyler di fronte a scelte importanti. Non c'è più tempo per rimandare e il giovane dovrà capire chi vuole essere veramente a scuola, in famiglia e nella vita e questo sarà più difficile e doloroso di quanto potesse immaginare...

Recensione:
Pensavo di andare sul sicuro, con un libro della Anderson, visto che avevo adorato i suoi Speak e Wintergirls, entrambi romanzi memorabili, soprattutto per i temi e i modi in cui sono trattati, e invece questo libri purtroppo mi ha delusa.
per la maggior parte del tempo,  non sono riuscita a capire precisamente che tipo di storia l'autrice avesse intenzione di raccontare,  e la cosa mi ha disorientata.
Sostanzialmente, il libro è ben scritto,  ed il protagonista è anche simpatico (soprattutto all'inizio), ma non succede nulla di particolarmente significativo.
pensavo si trattasse di una storia che lasciasse il segno, ed invece sono rimasta basita. I personaggi non spiccano più di tanto,  la vicenda raccontata, la vita del protagonista Tyler e tutto ciò che gli succede, sono senza dubbio molto particolari,  ma a me personalmente,il libro non ha lasciato nulla.
L'unica cosa che salvo, è il finale, e i risvolti familiari, che hanno portato alla maturazione del personaggio di Tyler, ma nulla di più.
Non mi sono trovata coinvolta nella storia, nè divertita, a parte l'ironia iniziale del personaggio, che via via perde effetto.

Valutazione: ♥♥/ e mezzo

0 commenti:

Posta un commento

Cari viaggiatori,
lasciate pure un segno del vostro passaggio se vi va,
sono sempre felice di scoprire i vostri pensieri :)